TEMPRA INDUZIONE
Notazioni Tecniche

Processo

Il processo di tempra ad induzione su materiali ferrosi ha lo scopo di:

  • aumentare la durezza superficiale
  • aumentare la resistenza all'usura

Esso sfrutta il principio del magnetismo indotto dalla corrente elettrica che attraversa un conduttore (induttore) producendo calore. La superficie subisce quindi un riscaldo e un successivo raffreddamento secondo le modalità relative alle caratteristiche intrinseche del materiale trattato.
Calcoli teorici del processo consentono di ipotizzare le caratteristiche di durezza e di profondità di penetrazione della tempra, la certezza del risultato ottenuto deve essere verificata a mezzo di saggi sottoposti a prove di laboratorio che attestino la conformità del processo.
Se richiesto può essere applicato un successivo trattamento termico di distensione o di rinvenimento per ridurre la durezza ai valori richiesti.

Materiali

I risultati di durezza ottenibili e la profondità di penetrazione sono unicamente in funzione dalle caratteristiche metallurgiche e dalla composizione chimica del materiale trattato.

Per gli acciai dipendono dalla percentuale di carbonio e dalla presenza di elementi di lega (Vedi norma UNI 7847). Di seguito alcuni esempi di durezze ottenibili:

C25 / Fe510

38÷42 HRc

C45

55÷62 HRc

39NiCrMo3 / 42CrMo4

54÷60 HRc

86CrMoV7

62÷66 HRc


Per le ghise dipendono dalla presenza di perlite.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA